.echo.

tumblr_mkjpiei75H1qh8dpxo1_500.jpg

I take out my tongue
and without having the desire to rediscover the taste of the night
I swallow a piece, little by little,
not to forget that I can drown in it
like when I have your hands on your hips
your tongue in your throat,
your fury in the urgency of my madness.

I take out my tongue
and I announce to silence,
attraversandoti
I gently adore you in you, without echo
I let myself be taken, eat, exhausted
because it’s the only way I can get back to me
dying
it’s through you

©Runa

 

Annunci
Pubblicato in corpo senza radice, dei tuoi baci mi disseto, del mio dolore mi nutro, di ossa e carne, nodi.arsi.sotto.la.pelle, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

.nuova luna.

amcau.jpg

potrei cambiar tempo
e mutare d’essenza illuminata
nel percorso di luna
che sul mio corpo in fuga si cela
come un verbo amabile e desiderato
comprese le memorie legate
spogliate finemente
di un inizio che gela e salda
come solo il caso del tuo ritorno sa fare
ed il riso distratto del tuo vantarmi
sa dire

potrei mutare di tempo irriverente
e nel tornare al passato giacere
e plasmare il mio dolore
che ti fa scultore
della sua amata pietra
affine alla sembianza
come impronta di neve
etereo avverarsi d’illuso
che non sempre vota allo svolgersi
dell’esser poi di carne
o di quel che si è

©Runa

 

pubblicato su https://wordsocialforum.com/2017/11/28/giovani-prospettive-omaggio-di-parole-ad-emanuela-cau/

Pubblicato in corpo senza radice, del mio dolore mi nutro, del mio pianto mi disseto, di ossa e carne, ispirazione d'autore, nodi.arsi.sotto.la.pelle, words social forum | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

.nature of the inviting.

fabmlia.jpg

questa è la mia natura
un sovrapposto di cose
come radici a forma d’acqua
in un corpo esteso che lento / vibra

questa è la mia natura
un filo d’erba addentato
nell’ora dell’ombra più accesa /
un sovrappensiero sul precipizio della ragione
un’idea che imperfetta vaga

questa è la mia natura
un muschio ardente che sopravvive alla memoria
un banco di follia che non tagli netta
se non con il limite del respiro sacro

©Runa

 

 

Pubblicato in corpo senza radice, dei tuoi baci mi disseto, del mio dolore mi nutro, del mio pianto mi disseto, di ossa e carne, l'inverno sulla pelle, nodi.arsi.sotto.la.pelle, preghiere sul bordo della pelle, Uncategorized, vita a morsi, vita cannibale | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 6 commenti

.nero su nero.

I have multiplied every word / I marked them black on the heart
folding them like the night in the moment before it explodes
and let it be dark skin on my convex body exposed
between you and the broken down ribs /

ho decimato ogni respiro / bianco
intriso di dis.gelo e anima smisurata
con fotogrammi di luna dipartendo altrove
fra scaglie di lingua inchiodate al costato
convulse come vermi
a flagellarmi poi dentro
di una memoria ormai fatta di legno
come un pugnale scarno che elude la vita

I have been pregnant with your every form /
a shelter of water for all your roots
I was shipwrecked and never welcomed to shore
a caterpillar never born with already broken wings
/ I was a fertile womb for your delirium and my umpteenth death / ©Runa

 

Pubblicato in corpo senza radice, del mio dolore mi nutro, del mio pianto mi disseto, di ossa e carne, l'inverno sulla pelle, preghiere sul bordo della pelle, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

.l’Inappetenza delle memorie.

Sans titre 1

legata ai margini di un’ inappetenza di parole
le contrasto come ad avere pioggia in faccia
e nel farne ricordo le lascio cadere
sugli zigomi segnati da un tempo che più non mi riconosce
/ forse non sono più io a fiatare contro questo vento
forse /
se fossi riuscita a ripararmi in tempo
non avrei il tordo rumore della notte discontinuo sul tetto delle mie memorie guaste
e gli occhi / i miei occhi cosi gronfi e rossi
non avrebbero quell’arpeggio lacrimante
che batte alla visione furiosa
di una me dimenticata
in un accadere che accellera senza venirmi incontro

©Runa

Pubblicato in del mio dolore mi nutro, del mio pianto mi disseto, di ossa e carne, l'inverno sulla pelle, nodi.arsi.sotto.la.pelle, preghiere sul bordo della pelle, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

.dall’altra parte del freddo.

spotred

dall’altra parte del freddo
e costantemente da sola
_perchè anche la più palese delle verità mi distanzia
come un veleno che si fa prima dolce
e poi postumo di un abbordo al silenzio

allora cosa accade dall’altra parte
mentre tutto il niente mi risale dentro
e a malapena lo avverto
_abile nel trattenermi in bocca
la friabile amarezza
di un assolo di pianto dilaniato
che mai trova fine se non nell’ultima via

è sempre dall’altra parte del freddo
che io sopravvivo
_perchè faccio della mia insesistenza
l’insistenza dal giusto distacco
come l’azzardo del vuoto che mi avvolge da lontano

 

©Runa

Pubblicato in corpo senza radice, del mio dolore mi nutro, del mio pianto mi disseto, l'inverno sulla pelle, nodi.arsi.sotto.la.pelle, preghiere sul bordo della pelle | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 1 commento

.Il Patto con la Notte.

14

ho un patto discreto con la notte
e il suo divenire languendo atto di morte
in angoli nascosti di un corpo
che si attorciglia fra le grinze dei desideri
nascosti in un sciabordio di ossa
che sboccia silente
nel momento convulso del pieno abbandono

mi incanta la vista il suo ego e mi pronuncia appena /
mi gela la schiena e poi mi ferma i fianchi /
l’affondo inerme della mia intima disperazione
continua nei suoi vizi fra le crepe della pelle
come fa l’inverno quando mi spacca la lingua
di un duro miele divenuto omelia
per questo mio dire chea malapena sfama dal cuore

©Runa

 

Pubblicato in corpo senza radice, dei tuoi baci mi disseto, del mio pianto mi disseto, di ossa e carne, nodi.arsi.sotto.la.pelle, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | 3 commenti