. i tried to .

ho provato a mantenere salve le mie ferite
ho provato a mantenerle salde sulla pelle infetta
mentre l’inverno del mio ultimo tempo
decimava la sequenza del mio essere

non sono più nell’ordine esatte le mie memorie
non sono più quella raccolta di azione che mi mostravano viva

ho provato a tenermi dentro il cuore
ho provato a piangerci sopra
ma mi sono accorta di avere la pelle tesa
e nera come un lenzuolo avvolto in una secca marina notturna

non ho più l’ areola scoperta
e non ho più il sorriso spaiato deciso dagli anni

©Runa

untitled-1

I tried to keep saved my wounds
I tried to keep firm on infected skin
while the winter of my last time
He is decimating the sequence of my being

I am no longer exact order my memories
I am no longer that collection of action that showed me alive

I tried to keep me in your heart
I tried to cry over
but I realized that you have the skin taut
and black as a sheet wrapped in a dry marina night

I have not discovered the palm caresses
I no longer smile unpaired decided by years

[I have a torn feather flying against the wind
and that the shape of my pain I will report back more]

©Runa

13 pensieri su “. i tried to .

  1. Pingback: . i tried to . | Nodi.Arsi.Sotto.La.Pelle – Alessandria today

  2. PARTO DA QUESTO TUO PASSAGGIO mentre l’inverno del mio ultimo tempo
    decimava la sequenza del mio essere
    E POI
    ma mi sono accorta di avere la pelle tesa
    e nera come un lenzuolo avvolto in una secca marina notturna
    È tutto molto suggestivo…ma i due passaggi inseriti – sono qualcosa di incredibilmente intenso…a rileggerli con l’andamento di chi li recita – questi giri i due passaggi arricchiscono l’ascolto e ne ingrandiscono il suono.
    In questi momenti ti viene spontaneo dire “avrei voluto scriverli io” – tanto ti sono entrati dentro
    Premesso che ciò che scrivi è tutto molto bello…..io non so perché non scrivi..inteso come professione,.mi auguro ‘che di lavoro tu svolga qualcosa che fai meglio di come scrivi . A mio avviso dovresti fare lo scrittore

    "Mi piace"

    • …quando scrivo leggo e rileggo i versi con un sottofondo musicale , gliene do musicalità e forma , in sequenza , come uno scenario , un effetto visiso , anzi : vita ! E mi fa piacere che tu abbia colto questo senso .
      Perché non scrivo ? Lo faccio 🙂 e lo faccio con l’unico modo che so farlo e per me stessa , è un modo per esorcizzare quello che ho dentro , i sentimenti la vita il dolore e il passato hanno bisogno di una forma , di esistere e coesistere altrimenti sarebbero stati una bomba ad orologeria nel mio animo .
      Non sto qui a vantarmi di essere stata pubblicata in alcuni libri raccolta , una piccola soddisfazione che riempie me di gioia 🙂 c’è anche una mia breve recensione/biografia in line. ..
      Insomma , il mio sogno è di avere una silloge poetica tutta per me , non lo nascondo , ma è difficile. Sono stata in contrasto con alcune editorie, Non mi hanno frenato il sogno ma fatto capire com’è questo mondo ,per ora resto solo una blogger , ed é una bella reputazione da difendere 😉

      "Mi piace"

      • Parto dalla fine..non fermarti e continua a scrivere…il libro tutto tuo lo scriverai e sarà un piccolo desiderio che si realizza. L’editoria moderna preferisce le pubblicazioni semplici -banali prive di contenuti ma di possibilità economiche legate alle vendite. La biografia di Icardi nel 2017 è stato il libro più venduto di tutti – questo ti fa rendere conto che anche l’editore rispecchia il mercato e il vuoto che ogni giorno ti investe. Ho vinto un concorso – ho vinto una pubblicazione e da quando abbiamo inziato tra editig – controlli e correzioni… ( una volta si definivano censure ) del mio libro è rimasto solo il titolo..e parte della trama. Non è più il mio libro e sono molto dispiaciuto…quando uscirà lo leggero come lettore non di certo per averlo scritto. Questo ti dimostra che ti rubano l’anima – ti svuotano – ti limitano e ti spengono.
        Sulla prima parte della tua risposta – sono come te ( non bravo come te ) ma utilizzo lo stesso criterio. Le parole tecnicamente dovrebbero avere uno spazio simile ad una battuta, e devono foneticamente legarsi e creare una scia di continuità – la voce deve accendere il tono e loro con il suono devono adattarsi. Sei una grande anima – si intravede da quello che scrivi – le tue parole sono calde sanno di vissuto e nascondono dentro amore e passione. Inoltre sei molto intensa nelle rappresentazioni e l’uso della lingua ti è fedele compagno. Ciò che scrivi è molto particolare – non variare mai il tuo ritmo narrativo e la tua capacità di vestire i concetti. Sei una delle letture più invitanti e accoglienti in cui mi sono imbattuto.

        "Mi piace"

      • …è per questo che non vedrai in tempo brevi un mio prodotto , mi farebbero a brandelli l’anima e non lo concepire . Mi è capitato e mi sono ribellata . Non ho ” alti ” studi e non voglio insegnare la lingua a nessuno , quello che so l’ho imparato da me, so usarla in questo modo e in questo modo voglio ancora utizzarla , con musiche , immagini , toni e suoni che la poesia/ scrittura contemporanea esige , sbagliando , andando oltre i termini previsti. Certo …mi fa rabbia che personaggi come Icardi o la Chiabotto pubblichino e vendano , ma é quello che cerca il mercato , letture senza impegno .
        Io ho provato anche la self publishing , forse a breve riprenderò quel viaggio 🙂
        Il tuo libro ? Spero di poterlo leggere e complimentarmi con te . È un gran traguardo nonostante tutto quello che mi hai detto :/ peccato . Gran peccato .

        "Mi piace"

      • È stato un caso… Mia moglie – la mia musa – ha fatto tutto lei …fosse stato per me sarei rimasto volentieri nascosto nel mio studio e lasciare tutto fermo nel cassetto dei ricordi. Di positivo però mi tengo l’esperienza…ho sempre scritto poesie ed in questo caso ho scelto di pubblicare un romanzo. È stato difficilissimo ..per chi tende a ridurre un concetto in poesia scrivere…dettagliare ed organizzare tutto. Credo sia stata una gestione molto confusionaria ma credimi ne valeva la pena a livello personale. Giudizio negativo come tutto…ma spesso preferisco essere negativo consapevolmente. Però scrivere per me è impegno… Per te è naturale spontaneo come respirare e si sente … Poco fa mi hai inserito un allegato…ma non si accede…saresti cosi gentile da reinviarlo cosi scopro un’ altra cosa di te….grazie

        Piace a 1 persona

      • In effetti è vero , diventa impegnativo anche per me scrivere in prosa , ho provato anche io negli anni passati a scrivere un racconto a 4 mani con un’amico , il risultato non è stato male ma faticoso :p
        È un bene per lo scrittore avere un appoggio morale , oltre che musa nel tuo caso , in passato a me è stato negato anche di andare ritirare un premio 😕 ma è passato ! Ora è tutto diverso 🙂
        L’allegato è un pezzo musicale degli Ashram che sicuramente conoscerai , sono un gruppo Campano come me ^_^ e il pezzo è ” Maria and the violin’ strings .

        "Mi piace"

      • Non conoscevo il gruppo ho ascoltato qualcosa, non mi dispiace, ma non mi sento a mio agio almeno al primo ascolto- per l’accompagnamento mentre scrivo, io preferisco Ludovico Einaudi ho una grande passione per il piano forte, Dunque attraverso delle sonorità meno evolute rispetto alla tue, mi sento molto più a mio agio e scrivo meglio. Sei campana – dunque si spiegano determinate capacità che consentimi sono innate. La campania è terra d’arte – di artisti – ricca di talenti unici, di quelli che ne nascono uno ogni mille anni. Mi viene in mente, Pino Daniele o Antonio De Curtis ma potrei spaziare a non finire. La terra nutre questi geni, portandoli dentro un sistema protetto che li crea. A Napoli poi ho passato dieci anni della mia vita, per lavoro prima per passione poi e per tanti amici che ancora vivono nella città più bella, attraente e commuovente che abbia mai vissuto. Napoli è come un tesoro che ti consentono di indossare, ma non potrai mai avere tutto per te, non potrai portalo via. Napoli ti resta dentro , come un’amore che prima ti ha sedotto e poi a lasciato in te segni indelebili. Sul non appoggio, peccato – occorre sempre avere una spinta morale per proseguire un cammino complesso – in quello mia moglie mi ha sempre appoggiato e di questo le sono grato.

        Piace a 1 persona

      • Da qualche anno mi sono trasferita per amore in Toscana e grazie a questo amore continuo a scrivere , supportata ma libera di farlo , ma resta nella mia città gran parte del mio cuore .
        Mi fanno piacere i tuoi ricordi partenopei, noi così amati e odiati, così incompresi e bistrattati, Non voglio usare altri termini ma se davvero ci amassero per quello che siamo a sappiamo dare … mi rattrista parlare dell’odio per la mia città :/ .
        Sii grato a tua moglie , sii grato per il supporto e l’amore che ti da , solo questi sentimenti migliorano le persone 👍
        Detto questo …a rileggerci !

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...