. la curva del tempo.

those_moments_i_want_to_die_by_valentinakallias-d3f97rw.jpg

seguo la curva del tempo
seppur immobile d’avanzo fremente
_arpeggia il silenzio sulle corde dell’anima
ed io maldestra mi traccio in essa
come un violino stonato
che sbaglia accordi di continuo

mi segno nella curva del tempo
priva di ogni cognizione temporale
e fra le ombre assimilo
l’inesattezza del buio che porta il mio nome
svezzandolo di luci
come in una frenetica rinascita

nel rovescio dell’esistenza
_ come la vita e il suo contrario
mi illumino _a malapena
di una salvezza che si fa distanza
immediata di resistenza
che attraversa il mio corpo e di netto lo taglia

in_seguo la curva del tempo
distillando le esigenze del ritorno
scoprendo poi che la marea del cuore
non è altro che un deserto sconfinato
dove ormeggiarne la commemorazione
intollerabile e silenziosa di un sogno senza ritorno

©Runa

on air : https://www.youtube.com/watch?v=A-uRyOu4YV4

.linea di sangue.

cats.jpg

non riesco a moltiplicare le parole
la lingua si fa refuso che raglia
aria che esplode fuori dal petto
mi piega / mi curva / mi semina fertile
mentre emetto il nero dall’anima
con uno sputo a bocca chiusa

il silenzio preme sulla voce /
imprime le tracce del mio dire senza direzione
si annaffia di riposo che non accetto
tagliente sulla lingua che non incrocia più la tua
allora resto incompiuta / raffiorante di definizioni

nonostante tutto
il mio non è un morire d’amore
ma una partecipazione alla morte lenta
una linea di sangue che sfocia nella gola
abile nel rivoltarsi come necessità imbellettata d’amore
mentre io , postuma di ogni volere , incessantemente desidero

©Runa

on air : https://www.youtube.com/watch?v=Tw1Rv_t8D_s

.il mio è un corpo differente.

il mio è un corpo differente
ed io mi perdo in esso
come fosse un meccanismo che si rimette a posto da solo
che sbaglia ancora di giorno nei suoi strati di pelle avanzata
senza tenere conto che la notte può essere
una piena trasparente / nutriente
a coppa sul tuo zigomo / sbieco

il mio è un corpo reclinato su muri artigliati di latte
bruciante del trapasso di un giorno restio all’altro
un tonfo siderale che avanza e si fa avanti da solo
su ossa esposte che non lasciano traccia
ma che stringono le mie alle tue
con parole precipitate tra gli spazi di freddo
che sopraggiungono a velo sulla schiuma del tuo [ non ] senso

©Rosy :  Posted on maggio 7, 2015

on air : https://www.youtube.com/watch?v=4CrnJjmz8Y0

38712047_10213114660643711_7696039726041530368_n.jpg

Vorrei poter riuscire a non dimenticare mai , a non omettere nessun dettaglio della mia vita precedente , di ogni sbaglio , di ogni vittoria , di ogni risata e di ogni singolo pianto .  Per me la memoria è l’atto di vita più grande , è ciò che sono e sono stata e vorrò raccontarlo ogni giorno , senza vergogna e con fierezza .

Questa sono io , colei che !  _a rileggerci presto 😉

 

 

 

.unione lunare.

f6b29831df491159610c569ba523d895

è in questo gelido avanzare che il mio cielo
accurato di stelle piene , fissa l’andatura del presente
di terra senza frontiera e di speranze vane dalla pesantezza immane

non sono riuscita ad essere la figlia che avrei voluto essere
non sono riuscita ad assemblare il sogno con la realtà

solo l’incavo più profondo della notte è riuscito a contenermi
a ricamare i contorni dell’ anima in dissolvenza
tratteggiandone la sequenza con punte sporgenti di sale
padroneggianti di carezze insolite come argento

ho messo i sogni in sporgenza sul petto , curvi ad ascoltare il silenzio incombente di un mondo che riuscivo a mordere e ad affamare nuovamente nella venuta indifferente come dal suo oblio fatto di luci che non si sprecano nel ritorno al giorno

non sono mai riuscita a perdonare l’incompiuto atto della mia esistenza , mi è sempre mancata la terra sotto ai piedi
forse solo la forma della innaturale essenza completerà lo spazio vuoto che in questo miracolo chiamato vita riesco a toccare

è in questo gelido avanzare che nel mio cielo
accurato di stelle piene fisso
l’andatura inquieta del presente

279983d478b6cb5a80a54cd38398f81d

Io non brucio / io non tremo
Io rinasco ogni volta da un nuovo cielo nero
Io resto aggrappata al ventre della notte /
lussuosa d’unione lunare _Nera e austera
come la più pregiata delle pietre .
Io _pura come una Strega !

©Runa

on air : https://www.youtube.com/watch?v=LKIRulQBEeg

.il danno.

tumblr_mgcn21PXTM1r0p4g7o1_500.jpg

ritorna in fretta l’ombra accanto alla mia solitudine
in disaccordo armonico con il cuore
_non conto più il battito dispari di questo sentire_
l’intermittenza afona del mio dire
affama il criterio che ho di tolleranza

/io non perdono la mia persona
ne il suono del suo eterno disaccordo
ne lo stridere felice che dalla gola sale
e della bocca ne fa la sua brace
/sono un’insopportabile questione irrisolta
un fiore che legato al suo stelo
non riceve solo piacere
come nell’intimo folgore di un attimo inebriante di dolore

sapevo come soffocare questa mia inquietudine
radendo dalla pelle l’irto tremore
inghiottendo il nubifragio delle mie lacrime di sale
battagliando l’incedere libidinoso
di un volermi sfamare a tutti costi

/ho subito un danno
e come tale di danno sopravvivo
circuita da un inverosimile alternanza di sopravvivenza
fatta di pelle incrostata da svariati sentimenti
sminuiti da un eterno disaccordo
che ritrovo fra le parole e il loro calore
come quando ho voglia di fare l’amore
e ritrovarmi poi in brandelli con accanto il cuore

©Runa

on air : https://youtu.be/E1Cn4L5nAvg