.un conflitto senza nome.

29214555_10212120856199221_5131141834474520576_n.jpg

C’è un conflitto sempre aperto
fra la voce che ne raccoglie condensa
e l’anima che con forza la trattiene a se .

È un continuo esporsi grafico .
Un dettagliato dolore che si oscura nelle sue preghiere più intime .

C’è una continua proiezione di luce
per questo mio lesionato amore
come una malattia che non trova guarigione .

©Runa

 

Annunci

.echo.

tumblr_mkjpiei75H1qh8dpxo1_500.jpg

I take out my tongue
and without having the desire to rediscover the taste of the night
I swallow a piece, little by little,
not to forget that I can drown in it
like when I have your hands on your hips
your tongue in your throat,
your fury in the urgency of my madness.

I take out my tongue
and I announce to silence,
attraversandoti
I gently adore you in you, without echo
I let myself be taken, eat, exhausted
because it’s the only way I can get back to me
dying
it’s through you

©Runa

 

.nuova luna.

amcau.jpg

potrei cambiar tempo
e mutare d’essenza illuminata
nel percorso di luna
che sul mio corpo in fuga si cela
come un verbo amabile e desiderato
comprese le memorie legate
spogliate finemente
di un inizio che gela e salda
come solo il caso del tuo ritorno sa fare
ed il riso distratto del tuo vantarmi
sa dire

potrei mutare di tempo irriverente
e nel tornare al passato giacere
e plasmare il mio dolore
che ti fa scultore
della sua amata pietra
affine alla sembianza
come impronta di neve
etereo avverarsi d’illuso
che non sempre vota allo svolgersi
dell’esser poi di carne
o di quel che si è

©Runa

 

pubblicato su https://wordsocialforum.com/2017/11/28/giovani-prospettive-omaggio-di-parole-ad-emanuela-cau/

.nature of the inviting.

fabmlia.jpg

questa è la mia natura
un sovrapposto di cose
come radici a forma d’acqua
in un corpo esteso che lento / vibra

questa è la mia natura
un filo d’erba addentato
nell’ora dell’ombra più accesa /
un sovrappensiero sul precipizio della ragione
un’idea che imperfetta vaga

questa è la mia natura
un muschio ardente che sopravvive alla memoria
un banco di follia che non tagli netta
se non con il limite del respiro sacro

©Runa

 

 

Stelle Sbagliate

IMG_16642407724749

.aggrappando_mi a questo silenzio che annebbia la memoria
.cadendo nel fittizio essere di una notte abbagliata di stelle sbagliate
come senza respirare
e restare
a guardare tutto ciò che dalle mani cade

.aggrappando_mi a questo infinito solstizio di dis_incantevole avvenire
.sfuggendo_mi senza mai restare
                                                  cadendo ovunque
senza riuscire a tremare
.scandendo dunque il pensiero fino alle vette dell’io senza immaginare
essendo e non averne identità

©Runa

[ dentro ] furori d’ ardore

Untitled 1

[ dentro ] dettagli di un indifeso colore
[ sbiadito ] su furori aggravati dall’ozio del calore
nel mentre gli artigli sul cuore si affilano
aggravando la prima ragione suffusa del giorno
[ immemore ] di uno spaccato d’amore involuto
specchiato poi a velo
nella differita degli abbracci flessi / invariati
cauterizzati dal compiere
di un verbo che a gesto preme nel fare
come a sfilare calze in controlce
in attesa di un abito che a goccia si fonde
lì / dove la bocca affoghi
e la follia inneschi

©Runa

_manco di fiato_

tumblr_nsw9h2sSAg1rda3bfo1_500

manca fra gli spazi stretti del mio vivere .uno specchio
in cui affacciare nelle notti lontane il mio essere
e quell’irragionevole sensazione di vuoto che mi adorna
sospesa fra i pensieri dissonanti / come fosse carne
di una memoria che ormai è priva di colore
fra le sequenze assenti di un respiro mancante
che si ferma sul cuore


e manca fra gli spazi  ancora una volta / la luce del tempo
accartocciato sul mio petto come un inganno / a ridere e stridere
alla notte come nella vita
e al suo gioco / come al mio pianto


[ m a n c o d i f i a t o e s p i a t o ]
©Runa