.sono senza testa.

11006364_954873681203926_3748517719909318551_n (1)

sono senza .testa. / sono senza .cuore.
sono un abbacinante luce che si contorce da sola
nella spasmodica ricerca di un buio che mi si posi addosso
.docile. / senza pretesa di carne .dentro.
e che mi faccia sua [ bruciante ] come petalo arso al sole
sono senza .pagina. / non sono mai stata .scritta.
sono un muro di carta privo d’edera
una foglia senza linfa
.selvatica. / senza saperne succhiare il peccato
come da questa vita [ che mi buca e mi butta via ]
©Runa / ph©Whitney Justesen

im.pure

tumblr_mggteeXDgN1rvgos1o1_500

ho chiesto al cuore che tutto questo mi fosse risparmiato .
ho chiesto alla notte di non essere evacuata dal suo nero profondo .
oblio zuccherato di stelle che mi bacia dalla bocca in poi
per farmi essere a conoscenza di tutto e niente .
per essere viva e scegliere di morire / e di morire per poter dire di aver vissuto .

ho chiesto alla marcia delle mie preghiere che tutto questo si fermasse .
ho chiesto alla pazzia di donarmi un barlume di luce e che la verità mi fosse negata .
ho scansionato ogni centimetro del mio corpo pur di non svelare la mia intima follia .
e mi sono sminuita per poter amare ancora / mi sono flagellata per riuscire a sentirmi il cuore / mi sono rinnegata per poter riemergere nel solenne riso dell’ indimenticato Demone .

[ tutto questo è una purezza lezza ]
©Runa

Vincere è un Gioco!

Image

Imparando a non avere la giusta misura delle parole ho capito che la mia lingua sa tagliare più di un ardito bacio / E di notte so passare dal palato alla gola / E di giorno morire della sostanza della voce .
Sono un appunto nero sul petto esposto / Un gelido carnaio di battiti esangui che mi ha portato ad essere la vicissitudine violenta senza destino / Come annullandomi di un fiorito inverno / Come rinascendo fra le siepi d’estate .
Ho espiato ogni colpa da questa vita e l’ho fatto nelle braccia sbagliate ,svogliate, codarde / Ho scorticato un’essenza puritana dalla cima dei voleri e mi sono frammentata in quella pelle che ora brucia di un succo che mi allieta i fianchi / Linfa vitale coerente che mi cola fra le mani .
Volevo che una sola estate mi portasse in quel mare lontano / Che un solo autunno mi piovesse addosso / Che solo un tempo mi vivesse dentro .
Ed ora so che andare lontano non serve / Che cadere non basta / Rialzarsi è un gioco a cui ho saputo vincere !

©Runa